Ganna e Longo Borghini, ancora loro! Due padroni per i tricolori a crono, ora mirino su Tour e Giro

Ganna e Longo Borghini, ancora loro! Due padroni per i tricolori a crono, ora mirino su Tour e Giro
Info foto

UCI twitter

Stradacampionati italiani strada

Ganna e Longo Borghini, ancora loro! Due padroni per i tricolori a crono, ora mirino su Tour e Giro

Il campione del mondo si riprende il titolo nazionale della specialità, dominando davanti a Cattaneo e Affini (4° Sobrero, campione in carica) nella prova di San Giovanni al Natisone che incorona, per la quinta volta in carriera, anche l'altra campionessa piemontese che supera nettamente Guazzini e Cavalli.

La settimana tricolore, seppur molto più dispersiva rispetto al passato con le varie prove in diverse località, entra nel vivo con le cronometro a livello élite che quest'oggi, nella località friulana di San Giovanni al Natisone, hanno assegnato i titoli nazionali più importanti di specialità.

E hanno trionfato, lungo un percorso decisamente veloce di 35,6 km, due fuoriclasse del nostro ciclismo: Filippo Ganna ha mantenuto il pronostico, riprendendosi il trono dei campionati italiani del tic tac, dopo le vittorie del 2019 e 2020 e aver ceduto, lo scorso anno, lo scettro a Matteo Sobrero. Il due volte campione del mondo, nell'ultimo test (fatto sulla nuova “Bolide” di Pinarello) prima dell'assalto alla maglia gialla nella crono d'apertura del prossimo Tour de France, prevista il 1° luglio a Copenhagen, ha fatto il vuoto nella seconda parte concludendo con 36” di margine nei confronti di Mattia Cattaneo, di nuovo brillantissimo come al Delfinato (quando fu terzo 3° nella prova contro il tempo vinta dallo stesso Ganna), e 50 nei confronti di Edoardo Affini, ancora sul podio tricolore senza vittoria e consolatosi con la medaglia di bronzo davanti proprio a Sobrero, 4° a precedere un ottimo Baroncini (campione del mondo U23 su strada), De Marchi e Tiberi.

La maglia tricolore della cronometro femminile è rimasta invece sulle spalle di Elisa Longo Borghini, per la quinta volta campionessa d'Italia di specialità (è la terza perla consecutiva) dopo aver dominato davanti a Vittoria Guazzini, seconda a 32”, e Marta Cavalli, 3^ a 1”02, anch'esse proiettate sul prossimo Giro d'Italia al via tra poco più di una settimana in Sardegna.

Prima, però, tutte a San Felice sul Panaro, nel modenese, per la gara tricolore su strada prevista domenica prossima come quella maschile, che si disputerà però sulle strade pugliesi di Alberobello.

Oggi a San Giovanni al Natisone è andata in scena pure la cronometro degli U23 (soli 13 partenti), con il trionfo di Davide Piganzoli della Eolo-Kometa, già miglior italiano al recente Giro e capace di mettersi dietro, per appena 5 secondi, Matteo Montefiori (InEmiliaRomagna), con Bryan Olivo del Cycling Team Friuli padrone di casa al terzo posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
18
Consensi sui social