I campioni del team Ineos Grenadiers scelgono Wasabi, il nuovo top di gamma di Kask

I campioni del team Ineos Grenadiers scelgono Wasabi, il nuovo top di gamma di Kask
Caschi bikenovità

I campioni del team Ineos Grenadiers scelgono Wasabi, il nuovo top di gamma di Kask

L'esordio alla Strade Bianche per un prodotto innovativo, con un sistema unico per la regolazione del flusso d'aria.

Innovativo, grazie al sistema meccanico di regolazione della ventilazione e alle imbottiture in lana Merino, il nuovo Wasabi è la scelta del campioni del team Ineos Grenadiers. Le sue caratteristiche lo rendono adatto a un utilizzo in ogni situazione di clima e disciplina. Indossato in anteprima dallo squadrone britannico durante la Strade Bianche (e fedele compagno dell'intera stagione di gare), Wasabi è il nuovo top di gamma Kask.

E' dotato di un sistema unico per la regolazione del flusso d'aria e di un'imbottitura in lana Merino, che garantisce il controllo della temperatura corporea e un'elevata traspirabilità, sia che si pedali al caldo o al freddo. Wasabi è nato nei laboratori di ricerca e sviluppo di Kask, l'azienda italiana produttrice di caschi di alta qualità. Progettato per essere indossato in tutte le stagioni e ideale in ogni situazione, dalla strada al Gravel, passando dal Ciclocross. Dotato di un sistema centrale con chiusura e apertura a scorrimento che consente la regolazione del flusso d'aria, Wasabi si caratterizza per il comfort elevato durante tutto l'anno: infatti il ciclista potrà scegliere la ventilazione ottimale in base alla temperatura della stagione in corso.

Questa particolarità, insieme alla scelta di una imbottitura in lana Merino prodotta dall'italiana REDA che consente un'ideale traspirazione, e al profilo aerodinamico, rendono Wasabi una novità all'interno dell'offerta d'alta gamma di Kask. Il tutto confezionato con un design molto personale. Progettato in stretta collaborazione con il team Ineos Grenadiers, Wasabi ha fatto la sua apparizione ufficiale durante la Strade Bianche. Nel prosieguo della stagione il casco farà parte della dotazione di tutti i componenti del team, dal campione del mondo a cronometro Filippo Ganna, all'ultimo vincitore del Giro d'Italia Tao Geoghegan Hart, dalla maglia gialla al Tour de France 2019 Egan Bernal al giovane Tom Pidcock, uno dei talenti più promettenti della nuova generazione.

Oltre che per il comfort, il nuovo Wasabi è apprezzato per il peso contenuto in soli 290 grammi (taglia M) e per l'efficacia del sistema di regolazione Octo Fit di Kask, il meccanismo posto sopra la nuca che permette la regolazione micrometrica sia verticale sia orizzontale del casco, per una vestibilità perfetta. Wasabi garantisce una elevata termoregolazione grazie alla soluzione Active Ventilation System che permette, con la semplice spinta di un dito, di attivare le prese d'aria presenti nella parte anteriore e posteriore del casco: il sistema può essere aperto quando il ciclista sente eccessivamente caldo e può essere chiuso quando vuole aumentare la temperatura interna.

In quest'ultimo caso la chiusura della presa d'aria consente un aumento della temperatura interna al casco fino a 1,5°, a velocità costante. Una soluzione meccanica che non influisce sull'efficienza aerodinamica del casco: infatti, a una velocità di 50 km/h, la potenza impiegata per mantenere la velocità con il sistema di ventilazione aperta aumenta solamente di 1 watt. Inoltre, i test in galleria del vento confermano che Wasabi è uno dei caschi più aerodinamici tra quelli adottati dai professionisti, tanto che nella collezione Kask è secondo per prestazioni solo al modello Utopia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
3
Consensi sui social