E' Grand'Italia che pedala al Fiandre! Nove anni dopo, Elisa Longo Borghini riconquista la corsa dei sogni

E' Grand'Italia che pedala al Fiandre! Nove anni dopo, Elisa Longo Borghini riconquista la corsa dei sogni
Info foto

Spazio Ciclismo

Stradawomen's world tour 2024

E' Grand'Italia che pedala al Fiandre! Nove anni dopo, Elisa Longo Borghini riconquista la corsa dei sogni

Dopo il 2° posto di Luca Mozzato nella prova maschile, la verbanese scrive la storia in una giornata da sogno per la Lidl-Trek, con Van Anrooij terza dietro a Niewiadoma, ancora costretta alla piazza d'onore dopo una grandissima corsa. Quarta con tanta amarezza Marianne Vos davanti alle stelle SD Worx, questa volta battute.

Una domenica di Pasqua da sogno per l'Italia del pedale, dopo il fantastico podio di Luca Mozzato.

Ci pensa Elisa Longo Borghini a riportare, cinque anni dopo la perla di Marta Bastianelli e nove anni dopo la sua prima volta a Oudenaarde, il tricolore a trionfare al Giro delle Fiandre, proprio con la maglia di campionessa d'Italia sulle spalle.

La campionessa piemontese della Lidl-Trek, che nel 2022 si era presa anche la Roubaix (e il prossimo week-end ci sarebbe l'Inferno del Nord, al quale Elisa aveva detto di rinunciare quest'anno, ma ora...), firma un autentico capolavoro sotto il diluvio di una Ronde durissima, con l'azione chiave sul Paterberg, l'ultimo muro piazzato a 13 km dalla conclusione.

Con la compagna di squadra Shirin Van Anrooij davanti di 20 secondi, Elisa segue l'attacco di Kasia Niewiadoma e assieme alla stella della Canyon-SRAM rientrerà sull'olandese, giocandosi poi in superiorità numerica il finale a tre, con lo sprint che non ha praticamente storia e vede Longo Borghini battere Niewiadoma, all'ennesimo 2° posto in una corsa di primo livello, e Van Anrooij terza.

A 10 secondi, le grandi deluse di giornata sono Marianne Vos (Visma) e Lotte Kopecky, quinta, con l'iridata che non riesce nel tris consecutivo al Fiandre dopo aver sofferto per gli ultimi 50 km, sempre alla rincorsa e con una SD Worx che si scioglie, con Wiebes che cede sull'Oude Kwaremont e Vollering che le prova tutte, supporta la stessa campionessa del mondo per tentare il riaggancio e sarà 8°, dietro a Pieterse e Persico, 7^ e seconda italiana davanti a Paternoster, in top ten pur cedendo di schianto sul Paterberg dopo aver retto sino a quel punto il ritmo delle migliori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Consensi sui social

Ultimi in Road bike