In Lussemburgo apre Joao Almeida: subito tappa e maglia per il grande favorito, ko Mollema e Hirschi

Foto di Redazione
Stradacalendario internazionale

In Lussemburgo apre Joao Almeida: subito tappa e maglia per il grande favorito, ko Mollema e Hirschi

Il portoghese regala alla Deceuninck il successo n° 56 in stagione, amaro Vendrame che chiude 8° dopo essere stato chiuso in grande rimonta.

Non aveva ancora vinto da pro sino al campionato nazionale a cronometro di giugno, poi Joao Almeida non si è più fermato e, dopo le due tappe e la classifica generale di una corsa World Tour come il Giro di Polonia, ecco per il portoghese arrivare il quinto sigillo con l'esordio super al Giro di Lussemburgo.

Perla numero 56 per la Deceuninck-Quick Step che a fine stagione saluterà il corridore grande protagonista al Giro d'Italia, grande favorito di questo Skoda Tour considerata anche la cronometro del penultimo giorno. Il Wolfpack ha voluto subito mettere le cose in chiaro, controllando la corsa con il rientrante Fausto Masnada, per poi chiudere sull'ultimo fuggitivo capace di resistere, il neozelandese Jack Bauer, e poi sullo strappo finale riuscendo a contenere l'attacco di David Gaudu.

A Luxembourg City tutto si è risolto con uno sprint ristretto nel quale Almeida ha rimontato nettamente Bauke Mollema (Trek-Segafredo) e Marc Hirschi (UAE Emirates), con Champoussin e Quintana ai piedi del podio di tappa e tutti i rimpianti che sono di Andrea Vendrame, che stava rimontando alla pari di Almeida dall'altra parte della carreggiata, ma si è trovato chiuso da Hirschi e si è piazzato solo ottavo, anziché lottare per la vittoria.

Vincenzo Nibali, partito con febbre e mal di stomaco dopo una notte difficile, proprio nella corsa del rientro post Olimpiadi di Tokyo, è riuscito a tagliare il traguardo nel gruppo di testa, in 34esima posizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
20
Consensi sui social