Aosta in bicicletta, il progetto in consultazione ad Aosta

Aosta in bicicletta, il progetto in consultazione ad Aosta
Valle d'AostaPiste ciclabili

Aosta in bicicletta, il progetto in consultazione ad Aosta

Il progetto della rete di piste ciclabili di Aosta finalmente sembra prendere corpo. 14 i km di ciclabile in città, per circa 5 milioni di euro totali di cui 3 da fondi Eu.  Il progetto è consultabile sul sito del comune di Aosta e i cittadini possono fare osservazioni fino alla metà di giugno.   Il progetto è finanziato con fondi Fesr e dal Piano nazionale della sicurezza stradale per circa 5 milioni di euro.

Uno dei progettisti, l’architetto Paolo Castelnovi, spiega come la rete da 14 km complessivi – tutti interni alla città, nella parte pianeggiante – “metterebbe Aosta nel gruppo delle sei o sette città con più ciclabili d’Italia dopo le città emiliane, Bolzano e Padova”.

Il progetto sviluppa un sistema di piste ciclabili, due delle quali percorreranno la città da est a ovest e uno da nord a sud che andranno poi a collegarsi con le parti già esistenti lungo la Dora e nei comuni limitrofi al Capoluogo.

“Sono tutte distanze praticabili in bicicletta dalla periferia al centro – aggiunge l’architetto - il problema era che alcuni tratti di ciclabile erano discontinui e abbiamo cercato di collegarli tra loro cosicché tutti potenzialmente tutti i cittadini che vivono nella parte piana possano raggiungere i vari servizi come quelli sportivi, le scuole e gran parte dei posti di lavoro in bici, con percorsi che non superano i 3 km e, quando non c’è la ciclabile, uscire dalla porta di casa e trovare al massimo 200 metri di strade quiete per immettersi nella, con un traffico molto modesto”.

Direttrice est-ovest

Castelnovi parla di “un intervento relativamente semplice” che prevede che “si alzino i marciapiedi dove c’è possibilità, che si mettano alcune barriere divisorie”, mentre “in alcuni casi la pista sarà costruita nuova ma con un scasso della strada di circa 40 cm che quindi, passando  in zone del Centro storico “non interesseranno eventuali ritrovamenti sotto terra”.

La rete partirà dal Cimitero monumentale di Aosta e da via Piccolo San Bernardo ed arriverà fino a via Chambéry. Il tracciato si snoderà verso via Torino passando in piazza Narbonne e in piazza Plouves affiancando il muro romano fino all’Arco di Augusto.

Direttrice nord-sud

Dalla strada che unisce via Saint-Martin-de-Corléans e via Elter arriverà fino al Tesolin, passando da via Lys e via Binel, scendendo poi fino a via Dalla Chiesa e infine a Pont-Suaz.

Giro delle mura

La parte interna alla città prevede diversi passaggi lungo le mura romane, a partire dal Tour du Pailleron per seguire sulle vie Cerise e Matteotti.   Si potrà costeggiare Porta Praetoria e la Torre dei Balivi per arrivare in via Guido Re.

Tutti i dettagli:  www.comune.aosta.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social