Concluso l'evento iridato di Leogang, è la Val di Sole a prepararsi per un Mondiale da record

Foto di Redazione
Info foto

Alex Luise uffic. Val di Sole

MTB Racecampionati del mondo

Concluso l'evento iridato di Leogang, è la Val di Sole a prepararsi per un Mondiale da record

Dal 25 al 29 agosto 2021 il grande appuntamento in Trentino, con l'esordio dello short track e medaglie assegnate in sei discipline.

E' calato il sipario sulla rassegna iridata di Leogang, che dopo tutte le prove di XCO dei giorni scorsi ha accolto domenica il Campionato del Mondo di Downhill. Una gara su cui era difficile fare pronostici, viste le condizioni meteo proibitive, con un tracciato imprevedibile composto da fango misto a neve. Maglia iridata nella prova maschile per lo scozzese Reece Wilson, con l'argento per l'atleta di casa David Trummer e bronzo a Remi Thirion. Migliore tra gli azzurri Loris Revelli, che dopo essersi qualificato 48esimo ha chiuso 20esimo in gara, con Davide Palazzari 51esimo.

Tra le donne la medaglia d'oro è andata a sorpresa a Camille Balanche, che ha completato un Mondiale trionfale per la Francia con la doppietta transalpina che ha visto piazzarsi al secondo posto la campionessa in carica Myriam Nicole, mentre il bronzo è finito al collo della slovacca Monica Hrastnik. Niente da fare per l'azzurra Eleonora Farina, splendida quinta in qualifica e costretta al ritiro, per un campionato del mondo che si è concluso così con due argenti per la nazionale di Mirko Celestino, grazie al team relay e al capolavoro tra le élite di Eva Lechner.

Ed ora... Val di Sole! Nel 2021 il Mondiale di MTB tornerà in Italia, nella terra eletta delle ruote grasse; dal 25 al 29 agosto 2021 ecco la terza edizione dell'evento iridato in Trentino, dopo il 2008 e il 2016 e prima del 2026, già assegnato nuovamente alla Val di Sole. La prossima sarà un'edizione mondiale da record, visto che l'UCI ha inserito nel programma lo Short Track, portando a sei il conto delle discipline che assegneranno medaglie. Già spettacolare realtà del venerdì di Coppa del Mondo dalla stagione 2018, lo Short Track ha una durata di circa 20 minuti e si disputa su anelli solitamente di 1/1,5 km, regalando battaglie avvincenti e premiando gli atleti dotati di grande spunto in partenza e capacità di lavorare fuori soglia.

Dopo il fortunato esperimento del 2019 con la Electric Snake, la Val di Sole ospiterà anche il terzo Mondiale riservato alle E-MTB (E-Mountain Bike World Championships); inoltre, in Trentino si assegneranno anche le maglie iridate di Cross Country, Team Relay, Four-Cross e Downhill, quest'ultima certamente la prova più attesa dai solandri, nell'inconfondibile teatro della Black Snake, una delle piste più impegnative e temute del panorama mondiale. In passato, la Black Snake, che subirà delle piccole modifiche in vista dei Mondiali 2021, ha esaltato campioni del calibro di Gee Atherton e Danny Hart, iridati in Val di Sole nel 2008 e nel 2016, mentre Rachel Atherton ha trionfato sia agli Europei del 2006 che ai Mondiali 2008 e 2016.

Nel Cross Country, la Val di Sole è considerata il feudo di Nino Schurter, dominatore in cinque delle ultime sette edizioni di Coppa del Mondo, ma certo Mathieu Van der Poel, vincitore nel 2019, non starà a guardare in quello che si preannuncia un grande scontro generazionale dopo i Giochi Olimpici di Tokyo. “I migliori biker al mondo sono di casa in Val di Sole – spiega Luciano Rizzi, Presidente di APT Val di Sole e di Grandi Eventi Val di Sole - e non vediamo l'ora di riaccoglierli ancora una volta dopo una stagione complessa.

La nostra speranza è che i Campionati del Mondo di Mountain Bike 2021 tornino ad essere un manifesto di gioia ed emozioni forti. Siamo al lavoro per un'edizione speciale che non vediamo l'ora di condividere con tutto il mondo delle ruote grasse”. Il programma completo e il logo dei Mondiali 2021 saranno svelati nelle prossime settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social