Lampaert apre il Tour de Suisse vincendo il prologo. Giro Next Gen, prima rosa allo svedese Soederqvist

Giro Next Gen, prima rosa allo svedese Soederqvist
Info foto

LaPresse

Stradacalendario internazionale

Lampaert apre il Tour de Suisse vincendo il prologo. Giro Next Gen, prima rosa allo svedese Soederqvist

A Vaduz fa festa il belga della Soudal-Quick Step beffando il padrone di casa Bissegger, 7° Bettiol. Il Giro dei giovani vede il talento della Lidl battere tutti nella breve cronometro di Aosta, mentre il Tour of Britain Women è di Lotte Kopecky (ma che beffa per la SD Worx nell'ultima tappa) e la Volta Catalunya di Marianne Vos.

Non solo la chiusura del Delfinato, ma anche l'inizio dell'87^ edizione di un Giro di Svizzera che parla belga in occasione della prima frazione, il cronoprologo di 4,7 km lungo le strade di Vaduz, capitale del Liechtenstein.

E' Yves Lampaert, che non esultava da quasi due anni proprio quando firmò la prima prova contro il tempo del Tour de France 2022, indossando anche in quel caso la maglia gialla simbolo del primato, ha vinto in maniera netta considerata la lunghezza del percorso: il veterano della Soudal-Quick Step, infatti, volando ad oltre 56 km/h di media ha preceduto di 3 secondi Stefan Bissegger (EF-EasyPost), che sognava il trionfo nella corsa di casa, e Ethan Hayter (Ineos Grenadiers), terzo davanti al primo dei big attesi per la classifica, Joao Almeida ottimo 4° a 7” davanti al compagno in UAE Emirates, Finn Fisher-Black, ad un altro giovane come il britannico Watson della Groupama-FDJ e Alberto Bettiol, 7° precedendo un grande specialista come Stefan Kueng, deluso come in parte Mattias Skjelmose (12°), il campione in carica di un Tour de Suisse che proseguirà lunedì con la prima frazione in linea e un arrivo insidioso, con uno strappo duro di 2 km a poco più di 10 dall'arrivo, in quel di Ruerlikon.

Quinta e ultima tappa allo ZLM Tour (categoria 2.1), dove non è cambiato nulla per la classifica finale con il trionfo del belga Rune Herregodts (Intermarché), mentre la nuova volatona sul traguardo di Ooestenhout ha premiato il danese Salby (Bingoal), che ha sorpreso i big battendo Syritsa (Astana) e “Kuba” Mareczko (Corratec), con Van Uden questa volta battuto e quarto.

E' scattato quest'oggi pure il Giro Next Gen, otto tappe verso la maglia rosa dei giovani con una cronometro di quasi 9 km, parecchio tosta anche a livello altimetrico in quel di Aosta, che ha visto uno dei grandi favoriti della vigilia, lo svedese Soederqvist della Lidl-Trek Development, dominare con una prestazione che, a 48,8 km/h di media, è bastata per battere di 6” il ligure della Soudal Development, Andrea Raccagni Noviero. Domani subito insidie, da Aymavilles a Saint-Vincent.

Tre le corse di riferimento per questa domenica in ambito femminile. Si parte ovviamente a livello WT dal Tour of Britain, con la quarta e ultima tappa in quel di Manchester che ha visto la SD Worx-Protime regalare, di fatto, l'en plein di successi visto che Lorena Wiebes e Lotte Kopecky, che poi chiuderanno rispettivamente terza e quarta, avrebbero voluto concedere la vittoria di giornata alla compagna Christine Majerus, ma l'olandese ha esultato troppo presto ed è stata infilzata da Ruby Roseman-Gannon (Liv-Alula).

Peccato per Letizia Paternoster, che ha forato nel finale sotto la pioggia e, senza poter lottare per gli abbuoni, ha perso il podio finale chiudendo 5^ in una classifica generale dominata da Kopecky, che ha fatto la differenza nelle prime due frazioni vinte, davanti alla britannica Henderson e alla stessa Majerus, salita fino alla terza piazza.

Alla Volta Catalunya Femenina, di categoria 1.1 per tre tappe in programma, è arrivato il bis di Ally Wollaston, con la neozelandese dell'AG Insurance che sul traguardo di Barcellona ha bruciato allo sprint Marianne Vos e Vittoria Guazzini. L'olandese della Visma Lease a Bike si è consolata con la vittoria finale portata a casa con un minuto di margine sulla compagna e connazionale Riejanne Markus, terza la norvegese Katrine Aalerud della Uno-X. Infine, sempre a livello di corse 1.1, bel colpo in Belgio per Chiara Consonni che riparte con una vittoria attesa dalla sprinter bergamasca in forza alla UAE, capace nello Spar Flanders Diamond Tour, regolando nella volata di Nijien la finlandese Ahtosalo e l'austriaca Schweinberger, con Ilaria Sanguineti della Lidl-Trek quinta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social

Ultimi in Road bike

Aleotti fa festa con Healy, il Giro di Slovenia parla italiano e lo Svizzera... solo UAE. Next Gen, rosa a Widar

Aleotti fa festa con Healy, il Giro di Slovenia parla italiano e lo Svizzera... solo UAE. Next Gen, rosa a Widar

Il modenese controlla bene l'ultima tappa che va all'irlandese, per l'Italia è la seconda edizione consecutiva vinta dopo quella di Zana nel 2023. Il Tour de Suisse è di Adam Yates sul compagno Joao Almeida, che vince anche l'ultima crono nel giorno del podio perso da Bernal a favore di Skjelmose. La corsa femminile vede Vollering dominare pure contro il tempo su Longo Borghini, mentre in Belgio esultano Waerenskjold (per la generale) e Merlier (bis a Bruxelles piegando ancora Philipsen). Il Giro Next Gen, invece, è del talento di casa Lotto-Dstny.