Alpi Apuane

Alpi Apuane
Appennino SettentrionaleAppennino Settentrionale

Alpi Apuane

La catena montuosa delle Alpi Apuane si trova nel nord-ovest della Toscana e fa parte del Subappennino toscano. Il territorio è delimitato dai confini naturali del fiume Magra (a nord), dal fiume Serchio (a est) e dalla Versilia e dalla Riviera Apuana (a sud).

Le Alpi Apuane sono di fatto la cornice della Versilia, in poche decine di minuti di auto, infatti, si può passare dalla spiaggia a vette che arrivano a sfiorare i 2000 metri. Vette aspre, con versanti inclinati ricche di sentieri, rifugi, ferrate. Sono, inoltre, molto famose per l'estrazione del famoso marmo che viene venduto in tutto il mondo. E proprio l'attività estrattiva portò qua il grandissimo Michelangelo che vi soggiornò per qualche anno. Molto conosciute anche le grotte, circa 1300 quelle conosciute, tra le quali spiccano l'Antro del Corchia e la Grotta del Vento.

Dalle Alpi Apuane si gode inoltre, di una vista spettacolare e si possono ammirare panorami che è difficile immaginare possano essere così vicini al mare. Dal 1985 i monti Apuani fanno parte anche del Parco naturale regionale delle Alpi Apuane, oggi patrimonio dell'UNESCO. Date le sue caratteristiche naturali e geografiche quest'area è un'ottima meta per gli appassionati delle due ruote che possono coniugare una rilassante vacanza al mare con una più attiva sui monti.

CIOCCO BIKE CIRCLE
Situato nella Media Valle del Serchio, il Ciocco Bike Circle, raggruppa tutti i principali itinerari ciclabili della nota zona turistica. Percorsi enduro, itinerari per mountain bike cross country e facili escursioni per famiglie con bambini, caratterizzano quest'area delle Alpi Apuane che ha ospitato, per la prima volta in Italia, nel 1991 i campionati del mondo di mountain bike.
Il percorso Enduro Trail è composto da una linea principale, con diverse diramazioni e tagli di percorso che partono da quota 1160mt, punto più alto della Tenuta del Ciocco, fino ad arrivare alla Locanda alla Posta e alla zona del centro sportivo. In totale ci sono circa 8 km di tracciati che nelle diverse declinazioni permettono di effettuare discese su piste semplici adatte ai neofiti oppure impegnative per soddisfare le esigenze dei bikers più esperti.
Per gli amanti della fatica e del cross country, l'area turistica del Ciocco mette a disposizione il tracciato che ha ospitato i campionati italiani. Il tragitto si sviluppa su un anello di 3,6km con partenza dalla Pump Track e si sviluppa poi all'interno del Galoppatoio, offrendo spettacolari salite e discese tecniche.
Molto interessante anche il Pump Track Dome, il pump track al coperto più grande d'Italia che offre ben 3 piste dedicate all'allenamento per una lunghezza complessiva di 200 metri.
Il Ciocco Bike Circle offre infine, anche escursioni più semplici e adatte alle famiglie. Uno dei tracciati proposti permette di attraversare l'area adibita alle bici incrociando i diversi sentiri dedicati all'enduro, seguendo un itinerario di circa 6 km con un dislivello di 350 metri. 

GARFAGNANA
Confinante a nord con la Lunigiana, a ovest con la Versilia e la provincia di Massa, a est con la regione Emilia-Romagna e a sud con la Media Valle del Serchio, la Garfagnana è un'area turistica interamente attraversata dal fiume Serchio e dai suoi molti affluenti ed è ricchissima di boschi, con un'altitudine che varia tra i 132 e i 2054 metri di altitudine. La Garfagnana offre numerosi itinerari ciclabili adatti a tutte le tipologie di bikers, da tracciati impegnativi con dislivelli importanti a percorsi più semplici per famiglie con figli al seguito. Tra i tracciati più facili, si segnala il Tour della Grotta del Vento, un'escursione di 26 km con un dislivello di 600 metri, che da Gallicano si inerpica lungo la valle della Turrite, supera la diga di Trombacco e da Buccabugia segue la strada panoramica che sale al Castellaccio e alle antiche miniere del Trimpello per poi scendere prima alla Grotta del Vento e poi a Fornovolasco. 
Nel cuore della Garfagnana a Sillicagnana si snoda invece un tracciato di media difficoltà che è stato teatro di un'edizione della Garfagnana Epic la Gran Fondo più famosa della zona. L'anello di circa 31 chilometri e di 1000 metri di dislivello, si sviluppa proprio nella parte centrale del comprensorio con spettacolari single track e sterrati che consentono di ammirare la Fortezza delle Verrucole, imponente castello medioevale arroccato su uno sperone di roccia, e la maestosità delle Alpi Apuane.
Diversi sono anche i tracciati per bikers esperti e ben allenati. Per gli enduristi si consiglia l'itinerario del Tigliora, un giro di 22 km e con 1000 di dislivello che termina con sentiero finale in discesa adatto agli amanti dell'enduro-freeride, mentre chi vuol fare fatica può optare per il Giro della Pallodina, un anello di 38 km con 1612 metri di dislivello che si sviluppa nei dintorni di Galliciano.

GARFAGNANA EPIC
La Garfagnana Epic è una delle Gran Fondo mountain bike tra le più famose d'Italia. Il percorso della manifestazione è tra i più duri e spettacolari d’Italia, con 160 Km di lunghezza e 6.000 metri di dislivello, su sentieri che si sviluppano collegando le Alpi Apuane all’Appennino Tosco-Emiliano. La particolarità della Garfagnana Epic riguarda il suo percorso che edizione per edizione viene modificato permettendo così di percorrere quasi tutte le strade sterrate, i sentieri le strade secondarie della Garfagnana.

VERSILIA 
Situata nella parte nord-occidentale della Toscana, la Versilia si sviluppa completamente all'interno della provincia di Lucca, delimitata a nord dal fiume di Seravezza e a sud dall'antico forte del Motrone, comprendente i territori dei comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema. Nota località turistica balneare, la Versilia si divide in Alta e Bassa Versilia, e data la vicinanza delle Alpi Apuane permette ai bikers di passare in pochi chilometri dalle spiaggie del Tirreno alle montagne. A pochi chilometri di distanza dagli stabilimenti balneari di Forte dei Marmi, si snoda uno spettacolare anello per mountain bike che permette di apprezzare l'Alta Versilia offrendo scenografici panorami sulla costa versiliese, il Monte Corchia e la Pania della Croce. L'itinerario di circa una cinquantina di chilometri presenta un fondo stradale sterrato, in parte ripido e a tratti roccioso, che si sviluppa da Serravazza verso Cerreta Sant'Antonio, attraversando interessanti luoghi di interesse turistico come la romanica Cappella di San Martino col suo raffinato rosone detto "Occhio di Michelangelo".
Camaiore può essere invece un'ottima base di partenza per solcare i dintorni montani della Bassa Versilia. Uno dei circuiti più battuti e adatto ai bikers più allenati, è il Giro della Foce di Farnocchia, un anello di 38 km con 1650 metri di dislivello che attraversa i centri abitati di Pietrasanta, Seravezza, Sant'Anna, Le Miniere, Montebello e fa ritorno a Camaiore. Altro percorso impegnativo è quello che da Camaiore si sviluppa verso sud e che in 32 km di lunghezza presenta un dislivello superiore ai 2000 metri con un lunga serie di sali e scendi che mettono a dura prova le gambe dei bikers.

PISTA CICLABILE LUNGOMARE DELLA VERSILIA
La spettacolare ciclabile della Versilia, collega Viareggio a Marina di Massa, lungo un percorso pianeggiante di circa 20 km percorribile da tutti i bikers incluse le famiglie con i figli. L'itinerario percorribile in entrambi i sensi di marcia, permette di apprezzare le principali località balneari del nord della Toscana. Da Viareggio, muovendosi verso nord si attraversano il lungomare di Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta, si supera la villa Versiliana, dove soggiornò anche Gabriele D'Anninzio, circondata da un bosco di circa 80 ettari e si giunge sul lungomare di Forte dei Marmi. L'itinerario poi prosegue fino ad arrivare a Marina di Massa e da qui si può decidere se ripercorrere l'intero tragitto oppure prendere il treno che riporta comodamente al punto di partenza.

PISTA CICLABILE DEL SERCHIO
Gli ultimi chilometri del fiume Serchio sono percorsi da una pista ciclabile che collega Ponte a Moriano fino a Bocca di Serchio. Questo itinerario ciclabile si snoda lungo gli argini del fiume e permette di attraversare le province di Lucca e di Pisa lungo un tracciato di una trentina di chilometri. Il tragitto corre molto filante nella prima parte e transita pure all'interno del centro storico di Lucca, per poi entrare nel parco fluviale prima di arrivare alle foci del Serchio e quindi al mare.

#GARFAGNANABIKE #VERSILIA #ALPIAPUANEBIKE
© RIPRODUZIONE RISERVATA
12
Consensi sui social

12

Consensi sui social
Appennino Settentrionale: Tutte le notizie
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime news in Appennino Settentrionale