Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo
VenetoVeneto

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo è patria degli sport invernali fin dagli anni Trenta ed è oggi divenuta una località di prestigio, mondana e culturalmente affermata. Meglio nota con l’appellativo di “Regina delle Dolomiti” perché posta nel cuore del versante orientale di queste meravigliose montagne, Cortina d’Ampezzo è una delle mete turistiche più famose dell’intero arco alpino.

Situata a quota 1224 metri sul livello del mare, Cortina ed in particolare la Valle d’Ampezzo rappresentano i luoghi ideali per scoprire un mondo unico fatto di pareti verticali, verdi vallate, alpeggi d’alta quota, boschi, ruscelli, laghi, canyon e cascate.
Affascinante d’inverno specialmente se ricoperta da una delicata coltre di neve fresca, d’estate Cortina offre tantissime opportunità per gli appassionati di mountain bike.

La vasta offerta di percorsi ciclabili permette ai ciclisti di percorrere fantastici tragitti panoramici in alta quota, oppure ai fans della velocità e del freeride da la possibilità di provare adrenaliniche discese nei boschi con un grande occhio alla sicurezza, garantendo a famiglie e ai principianti assoluti itinerari decisamente meno impegnativi.

BIKE PARK SOCREPES
In località Socrepes si trova l’omonimo Bike Park. Questa struttura utilizza una seggiovia quadriposto per condurre i bikers in vetta e da qui questi possono scegliere uno dei tre percorsi studiati appositamente per loro. Il Bike Park Socrepes dispone di tre piste con tre livelli diversi di difficoltà. Il tracciato più impegnativo ha una lunghezza di 1800m ed è stato ribattezzato col nome di FireFox. Questa pista presenta passaggi e salti per mettere alla prova le capacità dei bikers più navigati con un percorso che garantisce una vista mozzafiato sul centro abitato di Cortina.
Per chi è alle prime armi il Bike Park ampezzano è dotato di un percorso di circa 2500m (Killer Rabbit) ideale per cominciare a fare pratica con la postura, le frenate e la gestione generica della MTB.
La pista Eagle Eye invece è stata disegnata per i riders in grado di percorrere tracciati di difficoltà intermedia. Questo sentiero che ha una lunghezza complessiva di 1000m è una variante al tratto centrale del Killer Rabbit con il quale condivide parte iniziale e finale.

SKILL PARK SOPIAZES
Per i bambini di età compresa tra i 6 ed i 15 anni, Cortina mette a disposizione a Col Gallina uno Skill Par, ossia un vero e proprio campo pratica per muovere i primi passi nel mondo del Freeride.
Il park si trova a quota 2.055 metri, nel grande prato di fronte al Rifugio Col Gallina. Nel bosco limitrofo si sviluppa un tracciato che a monte racchiude un percorso ad anello con una serie di ondulazioni, per migliorare il bilanciamento, segue una discesa con delle curve paraboliche modellate nel terreno, abbastanza impegnative che richiedono una certa pratica, una terza parte fatta di curve paraboliche facili per i primi apprendimenti di questa tecnica di discesa. Nella parte più bassa dello skill park c’è la zona dedicata ai salti con tre strutture: una formata da due salti alti 20cm, una per un salto alto 50cm ed una terza struttura per un salto da 100cm di altezza. In questa zona c’è anche una bascula, anche questa utilizzata per migliorare l’equilibrio.

CROSS COUNTRY
Ricchissima l’offerta ampezzana per quanto riguarda i percorsi da affrontare con le Mountain Bike da cross country. I numerosi boschi e le meravigliose vette che circondano Cortina sono un teatro naturale imperdibile per gli appassionati delle due ruote che qui possono letteralmente immergersi nella natura scoprendo paesaggi e panorami mozzafiato.
Uno degli itinerari assolutamente da non perdere è quello dell’Averau. Questo anello di complessivi 31,6 km adatto ai ciclisti esperti, si snoda inizialmente lungo lastrada regionale SR 48 che conduce al Passo Falzarego fino alla località Cianzopè, da qui si svolta a sinistra sulla strada che porta al Rifugio 5 Torri e prosegue poi fino al Rifugio Scoiattoli. Lo spettacolare percorso prosegue poi verso Forcella Nuvolao, fino a raggiungere quota 2416m da dove è possibile ammirare un panorama a 360° gradi sulle Dolomiti.
Per i neofiti delle due ruote, o per le famiglie che vogliono avvicinarsi alla mountain bike senza fare troppa fatica, l’itinerario più appropriato è probabilmente quello che conduce fino a Cimabanche. Questo tracciato che ricalca
il percorso del Treno delle Dolomiti, il tratto ferroviario che fino a metà degli anni ’60 collegava Cortina con Dobbiaco verso nord e con Calalzo di Cadore verso sud, ha una lunghezza complessiva di 12km con tratti asfaltati e in sterrato ben battuto, che può essere percorso in entrambi i sensi di marcia con un costante e leggero dislivello positivo o negativo a seconda della direzione.

PISTA CICLABILE LA LUNGA VIA DELLE DOLOMITI
Ricavata dal tracciato dell'antica ferrovia, costruita durante la Prima Guerra Mondiale e dismessa nel 1962, la pista ciclabile “La lunga via delle Dolomiti” collega Passo Cimabanche a Calalzo di Cadore, lungo un percorso che presenta pendenze costanti e facilmente affrontabili da tutti.
Il percorso che ha una lunghezza complessiva di 50km, 35km se si parte da Cortina d’Ampezzo, attraversa scenari e panorami incredibili, circondati da alcune delle vette riconosciute dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità, ma oltre alle bellezze naturalistiche si possono ammirare numerose chicche architettoniche passando per boschi, laghi, ponti, gallerie e le vecchie stazioni del treno, alcune ristrutturate e adibite a punto di ristoro. In estate inoltre è disponibile un servizio autobus con trasporto biciclette.

#CORTINA #CORTINABIKE #BIKEPARKSOCREPES #BIKE
© RIPRODUZIONE RISERVATA
18
Consensi sui social

18

Consensi sui social
Veneto: Tutte le notizie
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime news in Veneto

Veneto

L'estate di Arabba, tutta da vivere: in bici a un passo dal cielo

Stefano Martignoni, Sabato 19 Giugno 2021