Hans Rey e Shimano a Livigno tracciano la strada che ha portato alla moderna mountain-bike

Lombardiail fuoriclasse

Hans Rey e Shimano a Livigno tracciano la strada che ha portato alla moderna mountain-bike

In natura normalmente i processi evolutivi impiegano centinaia di anni. Non è così per la mountain-bike, che ha impiegato solo alcuni decenni per divenire lo sport che oggi conosciamo.

Hans “No Way” Rey è stato in sella alle mountain-bike praticamente fin da quando sono state inventate sul finire degli anni ’70 e, sebbene lui si ancora ben saldo sui pedali, le biciclette hanno subito alcune trasformazioni davvero importanti.

Prova a immaginare il tuo sentiero preferito, sia questo una salita ripida e piena di radici, una discesa tecnica su un percorso downhill oppure un flow-trail all’interno del bosco. Non sarebbe più impegnativo senza sospensioni? Ora taglia quasi a metà il tuo manubrio da 740 mm. Pronto a fare un drop? Non dimenticarti di abbassare manualmente la sella!

Le innovazioni prendono tempo per essere assimilate. Fortunatamente questo sport ha avuto dei pionieri come Hans, che per primi hanno sperimentato credendo nel cambiamento e nel progresso. Senza di loro, quello che oggi chiamiamo mountain-bike non ci sarebbe stato, oppure sarebbe stato di certo molto meno confortevole.

Oggi il progresso si chiama e-MTB. Qualsiasi sia il tuo livello, una e-MTB è il mezzo perfetto per esplorare la natura, divertirsi, allargare i propri orizzonti andando più lontano e più velocemente. La mountain-bike continua a evolversi.

In questo video realizzato da Shimano, partendo da un garage in California e arrivando fino alle vette del Mountain Park Carosello 3000 a Livigno, Hans Rey ripercorre le origini della mountain-bike. “Happy trails my friends!”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
20
Consensi sui social