Simone Consonni è strepitoso: altra medaglia europea, è argento nell'Omnium dietro all'amico Thomas

Foto di Redazione
Track Cyclingcampionati europei 2023

Simone Consonni è strepitoso: altra medaglia europea, è argento nell'Omnium dietro all'amico Thomas

La penultima giornata della rassegna continentale su pista vede l'Italia ancora protagonista con il bergamasco, battuto solo dal fuoriclasse transalpino. Amaro 4° posto per Miriam Vece nei 500 mt femminili dominati da Hinze, con le tedesche che si prendono anche l'Inseguimento individuale con Brausse.

Un grandissimo campionato europeo (e non è ancora finita, visto che domenica disputerà la Madison assieme a Michele Scartezzini), per un Simone Consonni da applausi.

Dopo i due titoli continentali portati a casa sia individualmente, trionfando nella corsa a punti, sia contribuendo al successo di squadra del quartetto dell'Inseguimento, il bergamasco aggiunge alla collezione l'argento nell'Omnium, anche in questo caso dopo una gara di altissimo livello, considerando i nomi dei rivali.

La quarta serata da medaglie al velodromo di Grenchen vede l'Italia muovere il medagliere con il secondo posto dell'alfiere della Cofidis, che sostituiva un Elia Viviani influenzato e già tornato a casa, alle spalle solo di Benjamin Thomas, campione del mondo e fuoriclasse assoluto della disciplina, nonché suo compagno di squadra su strada tanto che i due hanno regalato anche un post gara bellissimo. Il bronzo è andato al britannico William Perrett, distante 26 pt dal vincitore e 10 da Consonni.

E' andata invece male alle ragazze impegnate nell'Inseguimento individuale, con Vittoria Guazzini e Martina Alzini fuori dalla lotta per le medaglie, con la Germania oro e bronzo grazie a Franziska Brausse e Mieke Kroger (con la britannica Josie Knight argento dopo aver perso la finale contro la quattro volte campionessa europea), e a Miriam Vece nei 500 mt. Dopo il secondo tempo in qualificazione, l'azzurra sognava un'altra medaglia dopo quella nella rassegna di Plovdiv, chiudendo infine quarta nel giorno del dominio di Emma Hinze, scesa sotto i 33” per regalare un altro titolo alla Germania, con la campionessa tedesca che ha rifilato oltre 4 decimi all'iridata Kouame (Francia) e all'olandese Van de Wouw.

Niente da fare anche per Silvia Zanardi nella corsa a punti: medaglia d'oro per la norvegese Anita Stenberg, davanti alla belga Bossuyt e alla transalpina Le Net, con la piacentina, tra le candidate anche al titolo, alla fine quinta.

Il torneo della velocità maschile ha premiato il grandissimo favorito, Harrie Lavreysen, che ha regolato con un secco 2-0 in finale il polacco Rudyk, mentre il bronzo è andato al francese Helal.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
245
Consensi sui social

Più letti in Racing

E' la vigilia della prima Monumento, che attesa per la Sanremo: Pogacar e Van Aert i favoriti, ma può accadere di tutto

E' la vigilia della prima Monumento, che attesa per la Sanremo: Pogacar e Van Aert i favoriti, ma può accadere di tutto

Sabato la Classicissima di Primavera, con partenza da Abbiategrasso (unica novità nel percorso) e la conclusione dopo 294 km sul leggendario rettilineo di via Roma. Ci sono... quasi tutti (forfait per Pidcock e Matthews), con il campione in carica Mohoric, l'ultima di Sagan, le mine vaganti Van der Poel, Girmay e mille altre, Ganna compreso. Anche se i fari sono sul fenomeno sloveno della UAE e sul belga già vincitore nel 2020.