Dowsett non riesce nell'impresa: il record dell'ora rimane a Campenaerts, nel 2022 ci proverà Ganna?

Foto di Redazione
Info foto

Israel Start-Up Nation twitter

Eventi Racingrecord dell'ora

Dowsett non riesce nell'impresa: il record dell'ora rimane a Campenaerts, nel 2022 ci proverà Ganna?

Ad Aguascalientes, al britannico sono mancati 534 metri per battere il primato firmato nel 2019 dal belga. Il fuoriclasse azzurro potrebbe provarci la prossima estate.

Il fascino del record dell'ora rimane intatto, anche se con il cambio delle regole a cavallo del nuovo millennio, in parte era andato perso.

Negli ultimi anni, però, atleti di alto livello ci hanno riprovato, a partire da Bradley Wiggins che ha aperto una nuova era, poi battuto nell'aprile 2019 da Victor Campenaerts. E proprio ieri, sulla stessa pista di Aguascalientes, in Messico dove il belga riuscì a sfondare i 55 km/h di media, Alex Dowsett non è andato troppo lontano dall'impresa.

All'esperto cronoman britannico in forza alla Israel Start-Up Nation, sono mancati 534 metri per battere Campenaerts, concludendo con 54,555 km percorsi contro i 55,089 del nuovo corridore della Lotto-Soudal. Dowsett si è comunque migliorato nettamente rispetto al 2015, quando firmò l'allora primato in 52,397 km.

Attenzione perchè, a 38 anni di distanza dal doppio record dell'ora conquistato da Francesco Moser nel 1984 a Città del Messico, nel 2022 potrebbe riprovarci un altro italiano. Se ne parla da tempo del progetto e Filippo Ganna ci crede, anche se dovrà “incastrare” il tutto tra impegni su strada e pista: dopo il possibile esordio al Tour de France la prossima estate, il bi campione del mondo a cronometro avrebbe l'idea di un assalto al livello del mare, con i velodromi di Manchester e Londra principali candidati. Se ne riparlerà nei prossimi mesi...

© RIPRODUZIONE RISERVATA
36
Consensi sui social