Splendido De Marchi, che cavalcata verso Stans! In Tirolo, parla italiano la 2^ tappa del Tour of the Alps

Foto di Redazione
Info foto

Spazio Ciclismo

Stradacalendario internazionale

Splendido De Marchi, che cavalcata verso Stans! In Tirolo, parla italiano la 2^ tappa del Tour of the Alps

Il friulano della Jayco-Alula stacca nel finale Gamper e Pellaud dopo oltre 150 km di fuga, mentre i big si controllano e il norvegese Foss mantiene la maglia di leader. Mercoledì frazione durissima a Schwaz.

Una cavalcata fantastica, proprio nel suo stile di corridore che da oltre un decennio si regala imprese del genere.

Vince poco, ma vince bene e regala sempre grandi emozioni Alessandro De Marchi, che a quasi 38 anni (li festeggerà il prossimo 19 maggio nel corso del Giro d'Italia, dove lo attendiamo protagonista) conquista il primo successo del 2024, in perfetta solitudine nella seconda tappa del Tour of the Alps, sul traguardo tirolese di Stans.

Oltre 150 km di fuga, prima a sei, poi con i soli Patrick Gamper (Bora-Hansgrohe), che ha provato ad andarsene quando mancavano ancora 35 km, e Simon Pellaud (Tudor), che il friulano della Jayco-Alula ha staccato abbastanza facilmente sull'erta conclusiva di Gnadenwald, ai -17.

De Marchi, che non vinceva da quasi 3 anni dopo quella splendida Tre Valli Varesine, è arrivato con la bellezza di 1'20” di margine su Gamper e 1'24” su Pellaud, con il gruppo dei big a 1'47” e regolato da Muhlberger (con Felline 6° e Tiberi 7°) che non è stato in grado di giocarsi il successo di giornata visto che nessun team ha aiutato la Ineos Grenadiers della maglia verde Tobias Foss nell'inseguimento. Un peccato per Filippo Ganna, che oggi puntava all'ultima frazione nelle sue corde in termini di difficoltà altimetriche, ma per i britannici cambia poco e la concentrazione è tutta focalizzata per la dura giornata di mercoledì, quando in soli 127 km sul circuito attorno a Schwaz, per il secondo arrivo consecutivo su strade austriache, ci sarà un percorso davvero tosto che porterà allo scoperto coloro che vogliono vincere questo 47° Tour of the Alps.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
19
Consensi sui social

Più letti in Road bike

I muri marchigiani per la tappa n° 12 del Giro d'Italia: a Fano giornata per attaccanti, occhio al Monte Giove

I muri marchigiani per la tappa n° 12 del Giro d'Italia: a Fano giornata per attaccanti, occhio al Monte Giove

Alle 12.35 la partenza di una frazione che, negli ultimi 115 km dal primo muro a Recanati, propone ben poca pianura e tante insidie. Alaphilippe il primo indiziato per cercare il successo, occhio anche ai big e a qualche velocista resistente, nonostante lo strappo finale (con punte vicine al 20% a poco più di 10 km dall'arrivo). Pogacar in rosa, Tiberi già focalizzato sulla cronometro di sabato per avvicinare il podio.