Strepitosa Elisa Longo Borghini: piegata a duello Demi Vollering, è ancora tricolore la Freccia del Brabante

Strepitosa Elisa Longo Borghini: piegata a duello Demi Vollering, è ancora tricolore la Freccia del Brabante
Info foto

Spazio Ciclismo

Stradacalendario internazionale

Strepitosa Elisa Longo Borghini: piegata a duello Demi Vollering, è ancora tricolore la Freccia del Brabante

Dopo il Giro delle Fiandre, la campionessa d'Italia si prende la classica che porterà al trittico delle Ardenne dove la piemontese si presenterà con grandissime ambizioni, dopo aver battuto nientemeno che la dominatrice della stagione 2023 in quel di Overijse. In corso la gara maschile.

Un assolo strepitoso, staccando un'altra fuoriclasse come Demi Vollering al termine di un duello splendido.

La regina delle Ardenne (e del Tour) nel 2023 deve piegarsi, seconda come un anno fa quando fu Silvia Persico a batterla allo sprint, ad una Elisa Longo Borghini in condizioni di forma super.

Dopo il “monumentale” Fiandre e aver saltato la Roubaix (che vinse nel 2022), proprio per preparare il trittico sulle cotes della Vallonia che prevede Amstel (domenica prossima) e poi Freccia e Liegi, la piemontese della Lidl-Trek, con la sua splendida maglia tricolore, domina la Freccia del Brabante arrivando in perfetta solitudine sul traguardo di Overijse.

Elisa era andata via con la grande rivale negli ultimi 20 km, poi l'olandese ha dovuto cedere all'accelerazione della campionessa italiana in carica sulle rampe del Moskesstraat, con il vantaggio aumentato pure oltre i 30 secondi prima dello strappetto finale, con Longo Borghini che ha avuto tutto il tempo per esultare; Vollering (SD Worx) sarà seconda a 15”, le altre con più di un minuto di distacco per la terza moneta conquistata dall'australiana Alexandra Manly (Jayco-Alula), che ha anticipato le altre olandesi Femke Gerritse (SD Worx) e Shirin Van Anrooij, compagna di Elisa in Lidl-Trek, mentre Eleonora Ciabocco (DSM) si è piazzata settima.

Terminerà attorno alle ore 17.30 la gara maschile, valida sempre per la categoria Pro Series.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
37
Consensi sui social

Più letti in Road bike

I muri marchigiani per la tappa n° 12 del Giro d'Italia: a Fano giornata per attaccanti, occhio al Monte Giove

I muri marchigiani per la tappa n° 12 del Giro d'Italia: a Fano giornata per attaccanti, occhio al Monte Giove

Alle 12.35 la partenza di una frazione che, negli ultimi 115 km dal primo muro a Recanati, propone ben poca pianura e tante insidie. Alaphilippe il primo indiziato per cercare il successo, occhio anche ai big e a qualche velocista resistente, nonostante lo strappo finale (con punte vicine al 20% a poco più di 10 km dall'arrivo). Pogacar in rosa, Tiberi già focalizzato sulla cronometro di sabato per avvicinare il podio.