Viviani, tutto fatto per il ritorno alla Ineos. Fuglsang a sorpresa in Israel, la Bahrain si rafforza ancora

Foto di Redazione
Info foto

Bahrain Victorious twitter

Stradaciclomercato

Viviani, tutto fatto per il ritorno alla Ineos. Fuglsang a sorpresa in Israel, la Bahrain si rafforza ancora

Il ciclomercato è ancora attivissimo in ottica 2022, con il velocista veronese che annuncerà la firma nei prossimi giorni. Pioggia di rinnovi per il team rivelazione della stagione, con gli ultimi arrivi del veterano Luis Leon Sanchez e del giovanissimo Pejtersen.

A metà ottobre le trattative sono ancora vivissime e tanti tasselli da sistemare, compreso il futuro di una squadra World Tour come la Qhubeka NextHash, decisamente in bilico per il 2022.

Le ultime 48 ore hanno regalato movimenti importanti e tante conferme in attesa solo di ufficialità, come quella del ritorno di Elia Viviani alla Ineos Grenadiers: il contratto dovrebbe essere su base triennale, ma lo stesso sprinter di Isola della Scala ha confermato a Rai Sport che è tutto fatto per riabbracciare il team britannico con il quale ha corso dal 2015 al 2017, dopo il biennio difficile alla Cofidis.

Già ufficiale, invece, l'approdo di Jakob Fuglsang alla Israel Start-Up Nation: un ingaggio a sorpresa, visto che il danese era ad un passo dal Team BikeExchange, ma il mancato accordo dello sponsor Premier Tech con la formazione australiana ha fatto sì che saltasse anche l'arrivo del vincitore di Liegi 2019 e Lombardia 2020, alla corte di patron Sylvan Adams assieme al canadese Hugo Houle.

Cercherà il riscatto in una rinnovata Movistar, che aveva già annunciato varie novità con gli sbarchi di Aranburu, Gorka Izagirre, Oscar Rodriguez e di uno sprinter come Max Kanter, anche Ivan Ramiro Sosa che ha deciso di lasciare la Ineos dove aveva esordito tra i pro. Il team britannico ha salutato pure Sebastian Henao e Leonardo Basso, entrambi all'Astana dal 2022 come Gianni Moscon, ma anche gli stessi Vincenzo Nibali e Miguel Angel Lopez per un'autentica rivoluzione in seno alla compagine kazaka (che attende la firma di Valerio Conti, in uscita dalla UAE Emirates).

La Bahrain-Victorious prosegue invece nella sua campagna di conferme e rafforzamento al tempo stesso: dopo Colbrelli e Mohoric, hanno rinnovato per due anni anche elementi chiave come Pello Bilbao e Mikel Landa, ma pure Valls, Wright, Pernsteiner e Arashiro, mentre la novità della giornata di ieri riguarda l'arrivo dall'Astana di un veterano come Luis Leon Sanchez e di un giovane talento. Parliamo del classe '99 danese Johan Pryce Pejtersen, campione del mondo Under 23 a crono sia a livello europeo che mondiale, dopo aver battuto tutti contro il tempo nelle rassegne di Trento e Leuven.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
17
Consensi sui social