Chiusura in bellezza per l'Italia della pista a Plovdiv: capolavoro Balsamo-Guazzini e non solo

Chiusura in bellezza per l'Italia della pista a Plovdiv: capolavoro Balsamo-Guazzini e non solo
Info foto

Federciclismo twitter

Track Cyclingcampionati europei 2020

Chiusura in bellezza per l'Italia della pista a Plovdiv: capolavoro Balsamo-Guazzini e non solo

Gli azzurri salutano l'Europeo con 14 medaglie, portandone a casa altre quattro nell'ultima giornata grazie alle madison, ma pure con i bronzi di Vece e Milan.

Una chiusura in grande stile, un poker su altrettante gare disputate per un totale di 14 medaglie, di cui 3 d'oro, 7 d'argento e 4 di bronzo.

L'Italia della pista non può che esultare per un campionato europeo, quello terminato oggi al velodromo di Plovdiv, ben oltre le aspettative se consideriamo anche quanto successo nei giorni di preparazione a Montichiari, con le positività al Covid e un leader come Filippo Ganna fuori dai giochi (oltre all'assenza di Letizia Paternoster, appena rientrata alle corse su strada dopo un lungo stop causa problemi al ginocchio).

Il terzo titolo continentale è arrivato dalla coppia femminile che ha vinto una Madison da brividi: Elisa Balsamo, al secondo oro dopo quello nell'omnium, e Vittoria Guazzini sono stati capaci di rimontare con gli sprint finali le russe Klimova e Novolodskaya, battute per un solo punto con le britanniche Kenny e Barker in terza posizione. E nella stessa specialità, Francesco Lamon e Stefano Moro hanno conquistato un bronzo preziosissimo, preceduti solo dagli spagnoli Mora-Torres e dai fratelli Oliveira (Portogallo).

Bronzo portato a casa anche da Jonathan Milan nel km da fermo, con il successo andato al ceco Babek sul britannico Vernon, e da Miriam Vece nei 500 mt femminili dominati dal duo russo Shmeleva-Voinova. Miglior viatico per le Olimpiadi di Tokyo, il grande obiettivo dell'intero quadriennio spostato al 2021, non poteva esserci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social