Fabio Aru è ottavo nell'ultima tappa del Giro d'Italia di ciclocross vinto da Dorigoni. E sui Mondiali...

Foto di Redazione
Info foto

Fabio Aru

Cyclo Crossil campione da ritrovare

Fabio Aru è ottavo nell'ultima tappa del Giro d'Italia di ciclocross vinto da Dorigoni. E sui Mondiali...

Il sardo continua la sua avventura preparando in maniera alternativa la stagione su strada, con l'idea di partecipare all'evento iridato di Ostenda a fine mese. Tappa finale del circuito nazionale, oggi a Sant'Elpidio a Mare, nelle mani di Filippo Fontana.

Fabio Aru continua a divertirsi e fare parlare di sé, eccome, per l'avventura che sta affrontando nel mondo del ciclocross.

Il neo corridore della Qhubeka-Assos, prima di ricominciare la stagione 2021 su strada con le prime corse spagnole, è tornato al vecchio amore e, dopo una serie di discrete prove, oggi ha preso parte all'ultima tappa del Giro d'Italia di ciclocross, a Sant'Elpidio a Mare, concludendo in ottava posizione. Anche nel post gara, il corridore sardo vincitore della Vuelta 2015, ha confermato la sua presenza al campionato italiano in programma domenica a Lecce. “Sono contento di fare parte di questo ambiente, sono stato accolto benissimo e ringrazio tutti per l'aiuto che mi stanno dando. Esserci per il tricolore è già qualcosa di bellissimo per me. I Mondiali di Ostenda? Se il ct Scotti mi vorrà, la disponibilità c'è”.

Idea iridata, quindi, anche se oggettivamente il livello di Aru nel fuoristrada non è neppure paragonabile al vertice mondiale. La gara odierna ha visto trionfare Filippo Fontana, che ha battuto abbastanza nettamente Jakob Dorigoni (con Nadir Colledani terzo), il quale a sua volta si è tolto però la soddisfazione di conquistare la maglia rosa finale, visto che avendo concluso a pari punti con Cristian Cominelli ha avuto la meglio grazie al maggior numero di successi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social