Luca Braidot sfiora il podio mondiale nel gran giorno di Jordan Sarrou. Schurter delude: 9°

Foto di Redazione
Info foto

pg fb Jordan Sarrou

MTB Racecampionati del mondo 2020

Luca Braidot sfiora il podio mondiale nel gran giorno di Jordan Sarrou. Schurter delude: 9°

L'otto volte iridato lontano dai migliori nella gara dell'anno a Leogang. Il francese sorprende e batte Flueckiger e il connazionale Carod, bene anche gli altri azzurri.

Un campionato del mondo élite ricco di sorprese, quello andato in scena quest'oggi a Leogang dopo il trionfo di Pauline Ferrand Prevot tra le donne (con Eva Lechner splendido argento).

Ed è stata ancora la Francia, nazione dominante in questa rassegna iridata austriaca, ad esultare con Jordan Sarrou laureatosi campione del mondo, con un'azione già straripante dopo il primo giro di gara, per un arrivo in perfetta solitudine con 45 secondi di margine sullo svizzero Mathias Flueckiger e 55 sul connazionale Titouan Carod. E Nino Schurter? Beh, l'otto volte iridato ha deluso, perdendo tanto terreno sin dal principio e concludendo solo in nona piazza, alle spalle di un ottimo Nadir Colledani, alla fine ottavo.

Il miglior azzurro, a soli 28 secondi dalla medaglia, è risultato però Luca Braidot, quarto dopo aver lottato sempre per le posizioni di vertice. Da segnalare anche il 15° posto di Mirko Tabacchi, mentre Gerhard Kerschbaumer ha sempre dovuto inseguire piazzandosi 17°, proprio davanti a Daniele Braidot.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social