Europei in Svizzera: Luca Braidot sfiora la medaglia nel giorno del gran ritorno di Schurter

Foto di Redazione
Info foto

UEC Cycling

MTB Racecampionati europei mtb

Europei in Svizzera: Luca Braidot sfiora la medaglia nel giorno del gran ritorno di Schurter

Il fuoriclasse elvetico completa la collezione di titoli, Ferrand Prevot aggiunge la maglia continentale a quella iridata. Italia protagonista nella rassegna che terminerà oggi a Monte Ceneri.

Un campionato europeo di cross country con gli azzurri sempre in prima linea, seppur con qualche rimpianto nella gara regina.

La giornata di sabato al Tamaro Park, nel cuore del Canton Ticino che sta ospitando la rassegna continentale sul Monte Ceneri, era quella più attesa con le due gare élite, dopo che l'Italia di Mirko Celestino aveva già portato a casa i titoli nel team relay e con Gaia Tormena nell'eliminator, oltre al bronzo di Juri Zanotti tra gli U23.

In attesa del gran finale domenicale con junior e gara U23 femminile, è stato Nino Schurter a catturare nuovamente l'attenzione: smaltita la delusione mondiale, l'asso rossocrociato ha trionfato in casa, prendendosi l'unico titolo che mancava alla sua sconfinata bacheca. L'otto volte iridato si è laureato campione europeo piegando nel finale il francese Carod, ma anche gli azzurri sono stati in primissima linea per una medaglia, con Luca Braidot arrivato ad un passo dal bronzo di Flueckiger, quarto come una settimana prima nei campionati del mondo di Leogang. E con un Kerschbaumer in risalita, alla fine sesto, va sottolineata anche la settima piazza di un ottimo Mirko Tabacchi.

Senza Eva Lechner, non c'erano invece rappresentanti italiane nella gara femminile, dominata da una Pauline Ferrand Prevot tornata ai massimi livelli; dopo il bis mondiale, la stella francese si è laureata anche campionessa continentale, precedendo la neerlandese Anne Terpstra e l'ucraina Yana Belomoina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Consensi sui social